“Nessuno è interessato a quanto duro lavori”

Alla fine di una giornata difficile, ti siedi sul divano (o dietro la barra del bar) con un po ‘di compiacenza: hai “arato” per così tante ore, hai fatto così tanto sforzo. Solo questo non disturba nessuno, crede lo scrittore Oliver Burkeman.

Mi scusi, se rovino il tuo umore dal bicchiere di Martini, ma la verità è che tutti confondiamo gli sforzi investiti con risultati davvero raggiunti – per le persone di professioni creative, questo minaccia una perdita di tempo ed energia in attività inesperte anziché lavoro importante.

Gli psicologi hanno da tempo notato l’esistenza di una certa “illusione del lavoro”: quando valutiamo il lavoro di altre persone, a parole solo la velocità del lavoro e il risultato finale è importante per noi, ma è anche importante per noi vederlo Hanno investito molti sforzi nel lavoro.

L’economista Dan Arieli, che studia comportamenti, ha raccontato la storia di un fabbro, che ha iniziato a ricevere meno consigli e più lamentele man mano che le sue abilità sono cresciute. Dato che ha affrontato il lavoro sempre più velocemente, sembrava ai clienti che hackera, anche se, oggettivamente parlando, per un fabbro, un’alta velocità di lavoro era una qualità utile.

Il lavoro produttivo non deve esaurirsi. Al contrario, diverse ore di immersione in esso aggiungono spesso solo forza

Nel 2011, i ricercatori della Harvard Business School Rayan Buell e Michael Norton hanno condotto uno studio e hanno scoperto che gli utenti del sito per trovare i biglietti aerei in realtà hanno anche preferito attendere i risultati della ricerca più a lungo, a condizione che fossero chiaramente dimostrati dai progressi del processo di ricerca e potevano vedere che il motore di ricerca “non funziona”, ordinando i database di ciascuna compagnia aerea.

Queste non sono solo caratteristiche divertenti del comportamento dei consumatori, appliciamo standard simili a noi

“Ogni volta che lo sento, non posso resistere con una scorrimento Tadalafil senza ricetta Se piace la mia ragazza, sono sempre pronto a ripetere, “Boris, 36 anni.

stessi. Questo fenomeno di “illusione degli sforzi” può essere chiamato: è molto facile credere che una giornata lavorativa di 10 ore trascorsa per l’analisi della posta accumulata sia più preziosa di due ore di intenso lavoro mentale con una concentrazione completa.

Comments are closed.